Archivio

LAGENTE #3: ‘’L’uomo nero ha i denti bianchi’’

1 Lug , 2014  

Lagente-Valerio Friello-subcityTV
Dopo L’Agippone, la terza puntata de LAGENTE inizia con una filastrocca:
Ninna nanna, ninna oh, questo bimbo a chi lo do? Se lo do alla Befana, se lo tiene una settimana. Se lo do all’uomo nero, se lo tiene un anno intero. Ninna nanna, ninna oh, questo bimbo a chi lo do.

Ve la ricordate? A questo proposito vorrei ringraziare tutte le nostre mamme per averci terrorizzato con la filastrocca dell’uomo nero, che ci tiene un anno intero. Grazie di cuore! 20, 30, 40 anni fa in Italia di uomini neri ce ne erano veramente pochi, oggi ne sono molti di più. Arrivano qui con la speranza di una nuova vita, molti di loro erano dei professionisti nel loro paese, alcuni laureati ed altri semplicemente uomini e donne di buona volontà. Si ritrovano in Italia a svolgere lavori molto umili e spesso li troviamo per le strade a vendere braccialetti, orologi, occhiali da sole eccetera eccetera.

More…

, , , , , , , , ,

Archivio

LAGENTE #2: Agippone 0 a 1 [format web]

24 Giu , 2014  

Lagente-Valerio Friello-subcityTV
Come il ciclo nelle donne, i mondiali costituiscono il ciclo quadriennale in cui ogni Italiano rinnova la sua fede nella propria Nazionale. Siamo alla seconda partita Italia – Costa Rica dal triste risultato, ormai di dominio pubblico.

Ho sempre amato vedere le partite dei mondiali tra la gente, condividendo con loro gioie e dolori. Ho deciso di andare a vedere l’incontro italico presso un luogo molto caro alla Città di Pescara e ai suoi abitanti. L’Agippone, nomignolo affettuoso e conviviale per definire un distributore di benzina con annesso bar/tavola calda, della nota catena di carburanti Agip, quella con il cane a sei zampe.

More…

, , , , , , , , , , ,

Archivio

LAGENTE #1: l’aiuola di Toyo Ito [format web]

16 Giu , 2014  

Lagente-Valerio Friello-subcityTV
Da circa tre anni abito a Pescara, ridente cittadina situata sulle coste del mare Adriatico, sferzata dal vento gelido dell’Est e ben inumidita dai boschi del Parco Nazionale d’Abruzzo. Durante i primi giorni di residenza, la mia ragazza mi ha accompagnato nel classico tour guidato della City, per apprezzare le meraviglie del luogo. Il ponte del mare, la strada parco, la pineta dannunziana, Cuccitella, il Puttan tour, Rancitelli etc…Non poteva mancare in questo elenco il cuore della città, Piazza Salotto. Prima di arrivarci immaginavo una serie di divani e tavolini bassi, dove degli amabili pescaresi servissero tè all’inglese. Invece, mi sono ritrovato ad osservare al lato della piazza, una scultura ingabbiata da barre di ferro con teli di plastica logori sventolanti.

More…

, , , , , , , , , , ,