Personaggi

“Il film è bello, ma non lo vedrei!” intervista a Minimal Cinema

16 Feb , 2015  

Ananke, lungometraggio, cinema indipedente

Per la sezione personaggi ho fatto due chiacchiere con Minimal Cinema, ovvero Claudio Romano e Betty L’Innocente. Nell’intervista si parlerà  di cinema così come non lo conosciamo, di arte e di Ananke il loro primo lungometraggio per il cinema.

More…


Scarica l’articolo in formato PDF

, , ,

Archivio

Octopus Fest al MuMi: Peppino D’Emilio e Convergenze sullo schermo.

4 Lug , 2014  

Octopus-festival-MuMi-Francavilla

Octopus festival è il primo festival tentacolare dell’Adriatico e avvolgerà le sue prede il 4, 5 e 6 Luglio a Francavilla (Ch) al Museo Michetti o, come gli amanti dei diminutivi vezzosamente lo chiamano, MuMi. 

L’Octopus festival ci propone degli spunti di approfondimento culturale molto interessanti in campo cinematografico, musicale e letterario. Tra queste proposte, siamo stati solleticati dalla presentazione dell’opera prima del regista Germano Scurti: “Elegia per la vita” che si terrà Sabato 5 Luglio alle 19,30. Il lungometraggio è in concorso al Rome Indipendent Film festival e al Bellaria Film Festival.

“Elegia per la vita” tenta di tracciare un ideale congiungimento tra la fame di spazi culturali e di una visione creativa della città contemporanea e la fervente attività dei movimenti artistici e culturali pescaresi degli anni Settanta. La figura attorno al quale ruota la storia è Peppino D’Emilio, fondatore di Convergenze, uno spazio culturale attivo a Pescara tra il 1973 e il 1981, luogo animato dalla volontà di materializzare un’idea di città in cui l’arte sia l’anima del territorio. Convergenze era più di un semplice centro culturale e artistico, era un laboratorio civile e sociale o anche quello che oggi amiamo definire, con spocchia anglofona, un Community Art Center.

elegia per la vita-germano-scurti-documentario

Locandina “Elegia per la vita”

Gli anni settanta, Peppino D’Emilio, Andrea Pazienza, Convergenze : una trama narrativa, quella del regista Germano Scurti, costruita per raccontare il sogno di un uomo che voleva convertire le anime dei suoi simili attraverso l’arte, la cultura, l’espressività. Un esempio dell’impatto che gli artisti di Convergenze cercavano è stato l’Operazione Cavallo di Troia: nella prima metà degli anni ’70, gli artisti convergenti esposero tutti una sola identica opera, la riproduzione fotografica di un cavallo di Troia. Questa operazione fu messa in atto per denunciare ciò che non andava nella città di allora.

L’esperienza di D’Emilio e del suo Convergenze si inseriva in un contesto culturale vivissimo e animato da fermenti disparati: basti pensare alle trasgressive operazioni portate avanti da Mario Pieroni e dai coniugi Durini con le rispettive gallerie, attraverso l’azione di artisti quali Kounellis, Fabro, Merz, Spalletti, De Dominicis e Joseph Beuys.

 

Programma in breve

VENERDi 4 LUGLIO

– 18.00 Sfilata e raduno auto moto d’epoca/cinema

– 18.30 Presentazione del festival e appuntamento con le istituzioni rinfresco

– 19.00 Presentazione del libro “Così Nuda Così Violenta” di Alessandro Tordini con Delia Montebello e Amedeo Polidoro

– 20.00 Cena in 8jazz

– 21.30 intervento Il calcio nei mondiali, tra passato presente e futuro. Ospite Mario Cantarelli

– 22.30 Concerto dei Cinedelika

– 23.30 Live video e concerto dei Pollock Project – Esposizione permanente, stand di dischi in vinile, modernariato, abbigliamento, memorabilia, drink, food

 

SABATO 5 LUGLIO

– 19.00 Sfilata e raduno auto moto d’epoca/cinema

– 19.30 Proiezione “Elagia per la vita” con intervento del regista Germano Scurti

– 20.30 Cena in 8jazz

– 22.00 Concerto dei Farabutti

– 23.30 il Concerto big band dell’ Orchestra Criminale

– 1.00 sfilata adriatica e after party on the beach

– Esposizione permanente, stand di dischi in vinile, modernariato, abbigliamento, memorabilia, drink, food

 

DOMENICA 6 LUGLIO

Bikini Party conclusivo in villa con piscina (villa Marini) dalle 11 del mattino fino a notte fonda con accesso in piscina, drink, food e selezioni musicali di rare groove

** IL FESTIVAL E’ AD INGRESSO LIBERO ** per l’ingresso in piscina è previsto un contributo economico

Sito di riferimento www.octopusfestival.com

 

 

Scarica l’articolo in formato PDF

, , , , , , , , , ,

Archivio

Conversazioni visive ad Alba Adriatica: cinema extraordinario.

14 Giu , 2014  

damaged-lives-conversazioni-visive

Conversazioni Visive, rassegna cinematografica con Enrico Ghezzi, Ciro Giorgini e Gianluca Arcopinto: Alba Adriatica è pronta ad ospitare questo evento extra-ordinario organizzato da Minimal Cinema?

Un evento culturale a ingresso gratuito in un paese che ha dimenticato il valore della arti e che viene portato alla ribalta dai giovani cinefili della Minimal, animati dalla voglia di fare, anzi di strafare, organizzando una rassegna con ospiti di caratura nazionale. Se ne sono accorti l’Assessore alla Cultura e un consigliere del comune di Alba Adriatica, complici dei direttori artistici Claudio Romano e Betty L’Innocente, oltre che dell’associazione culturale Martinbook, nella realizzazione della manifestazione cinematografica.

 

don-quixote-Orson-Welles

Don Quixote – Orson Welles

La prima serata è organizzata per domenica 15 giugno alle ore 20:30 e vedrà come ospite Ciro Giorgini, autore di Fuori Orario cose (mai) viste, e uno dei massimi studiosi del cinema di Orson Welles italiani, il quale presenterà un cortometraggio di John Ford del 1942, dal titolo “Torpedo Squadron”. Seguirà una visione dei frammenti del film incompiuto di Welles, “Don Quixote”, mostrato parzialmente solo una volta , nel 2005, al Festival di Locarno, in occasione di una rassegna dedicata al regista americano. Giorgini ha girato il mondo alla ricerca dei frammenti dell’opera incompiuta di Welles, facendo scoperte di spezzoni disseminati un po’ in giro. Il “Don Quixote” è stato montato ufficialmente da un regista spagnolo nel ’92, versione fortemente contestata, soprattutto da Giorgini che non lo ritenne di suo gusto.

A dividere la serata con Giorgini ci sarà Enrico Ghezzi (Blob, Fuori Orario), che proporrà la visione di due pellicole di Edgar G. Ulmer, è uno dei massimi esponenti di B-movie americani. I film sono “Bluedeard” e “Damaged Lives”.

 

enrico-ghezzi-conversazioni visive

Enrico Ghezzi

La serata di lunedì 16 giugno alle ore 20:00, sarà improntata sul sociale. L’ospite è Gianluca Arcopinto che è stato organizzatore generale per la serie tv Gomorra, in seguito allontanato dalla produzione. Lui è rimasto a Scampia e, in collaborazione con il Laboratorio di arti e produzioni cinematografiche Mina, ha creato un laboratorio di cinema con i ragazzi di Scampia, dando voce a quanti erano stufi di esser rappresentati solo da una Napoli camorrista. Hanno realizzato una serie di corti, cinque per la precisione, che verranno presentati nella serata di lunedì 16 giugno. Il tutto accompagnato dai racconti di Arcopinto riguardo la sua esperienza fuori e dentro il set della serie Gomorra. Arcopinto inoltre presenterà il suo libro “Un fiume in piena. Storie di un’altra Scampia” dove parla di un quartiere che resiste alla droga, reagisce al controllo della Camorra e denuncia la condizione di abbandono da parte dello Stato.
La serata si chiude con la proiezione del film di Daniele Gaglianone, “La mia classe” con Valerio Mastrandrea, impegnato in una pellicola sul tema dell’integrazione.

Da sottolineare la presenza di Leonardo Persia, redattore di “Rapporto Confidenziale” rivista digitale di cultura cinematografica, e Daniela Senepa, giornalista di Rai3, nel ruolo di moderatrice della serata. “L’ultimo personaggio noto a venire ad Alba Adriatica è stato Pasolini, era il 1970”, sottolinea Betty L’Innocente, una delle direttrici artistiche della rassegna.

Marianna Di Felice per Subcity.it
 

 

Scarica l’articolo in formato PDF

, , , , ,